Sounds of Life – il libro

Clicca qui per il video YOUTUBE del libro

 

fronte libro copertina

Casa editrice Kimerik

“Sounds of life” può essere considerato un romanzo di “formazione” e, pur essendo ambientato nei cosiddetti “anni di piombo”, precisamente nel 1978, la situazione socio-politica fa solo da sfondo, pur influenzando parecchio i comportamenti, le ideologie e le scelte di vita dei protagonisti. I temi trattati sono, ancora oggi, di scottante attualità: il rapporto spesso difficile e conflittuale con l’altro da noi, col “diverso” e il confronto-scontro con popolazioni e culture sconosciute e misteriose. Nel romanzo si tocca anche il gravissimo problema della violenza sulle donne e si cerca di spingere il lettore a riflettere su quella sottile linea, oggi sempre più confusa, che separa l’amore dal sesso considerato come bene di consumo.

I protagonisti sono due giovani abbastanza comuni per l’epoca, caratterialmente diversi, ma affiatati. Lei ambiziosa studentessa universitaria tiepidamente interessata alla politica, lui promettente sassofonista jazz con qualche anno più di lei, insofferente alle regole e ai dettami della vita borghese.

La vicenda, nel primo capitolo è ambientata in Italia, nel secondo e nel terzo si sposta nel continente africano con i suoi colori, suoni, atmosfere e tradizioni. L’Autrice, con poche pennellate, riesce, di volta in volta, a definire l’ambientazione e a trasmettere al lettore le impressioni, i turbamenti, le emozioni e gli echi di popoli e culture, per certi versi tribali, ma dai quali l’arte moderna (scultura e pittura) e la musica del ventesimo secolo hanno ampiamente attinto.

IMG-20180918-WA0016

La musica è la terza protagonista, col suo grande potere di comunicazione universale attraversa l’intero romanzo.

Il travagliato viaggio di ritorno dall’Africa su un cargo che trasporta caffè da Mombasa a Rotterdam è il punto focale di tutto il racconto, è metafora della realtà, e una sorta di odissea dei tempi moderni.

Lo stile di scrittura è diretto, fluido, capace di catturare riga dopo riga e la scelta strutturale del “racconto nel racconto” è particolarmente apprezzabile. La storia è coinvolgente e non banale, trasmette emozioni e sensazioni e, a tratti, riesce a sorprendere. Un libro da leggere tutto d’un fiato.

Stefania Cunè

Casa editrice Kimerik – Piazza Gramsci 1/3 – 98066 Patti (ME)

Prova di Lettura del Libro (Pagina 1)